Cattedrale primitiva - Matteo Naggi | sculture ceramica | sculture carta | cattedrali primitive

Vai ai contenuti

Cattedrale primitiva


PROGETTO CATTEDRALE PRIMITIVA

Il progetto nasce da uno sguardo all'architettura orientale contemporanea e da una personale riflessione sul fare scultura nel contemporaneo; “Non ritengo queste opere solo delle sculture bensì anche delle costruzioni”. La scultura rifonda il proprio linguaggio interagendo con la costruttività dell'architettura, viceversa l'architettura sembra aver bisogno dell'intimità e libertà della scultura. Il materiale utilizzato è quello edile, reti di recupero e carta. La modularità della rete è necessaria al mio scopo.
Le mie costruzioni nascono in questa forma ridotta come un esercizio di purificazione; delle preghiere. Concepite fini a se stesse, trovano il loro senso nell'atto costruttivo, un atto religioso, processuale, che considerano il tempo come valore primario.
In queste dimensioni, sono opere e forme latenti, prototipi in attesa di assumere una dimensione ambientale; non assumeranno mai la funzione di un edificio architettonico e nemmeno saranno sculture in scala maggiore bensì un compromesso tra i due, qualcosa che assomigli ad un “santuario”.
Il crescente interesse per l'idea di luogo, di spazio vissuto ed esperienziale porta l'uomo a diventare sempre più protagonista ed interprete attivo dell'opera. La possibilità che la costruzione diventi luogo per la gente, apre a diverse interpretazioni, tra cui quello di aggregazione.
Opera indefinita, aperta all'interpretabilità dello spettatore, ha l'intento di dare un volto nuovo anche all'architettura, uno sguardo al futuro fondato su una nuova esperienza di spazio, sull'ambiguità della forma e sulla sua libera interpretazione; una struttura che non ha funzione ben precisa, se non quella di essere vissuta.
A dimensione ambientale, non siamo più difronte ad uno spazio architettonico classico, ma uno spazio indefinito in cui le persone si adattano allo spazio in modo soggettivo; il loro fluire in modo differente inverte la funzione dell'edificio architettonico.

Torna ai contenuti